Centenario Grande Guerra 1915-2015 - Programma celebrazioni

Guardate in alto. Cosa vedete? Cosa provate nel momento in cui i vostri occhi sfiorano la maestosità delle montagne?
Libertà?

Qualsiasi cosa sentiate in quest’anniversario così significativo, sappiate che qualcuno ha combattuto, qualcuno è morto, qualcuno ha alzato gli occhi al cielo con sentimenti molto deversi per permettervi di essere liberi, sereni, non minacciati da uomini che semplicemente guardavano le stesse crode dal versante opposto. 

E mentre la profondità di un’immagine che sa di eterno vi riempie, lasciate che il vento vi parli di storie vecchie cent’anni, lasciate che si risvegli in voi quella coscienza che costrinse i vostri, i nostri avi a combattere una guerra inutile per difendere un’Italia che non sempre dimostra la gratitudine dovuta.

Anzi, perché non gliela doniamo noi quella gratitudine che non hanno ricevuto? Perché oggi che possediamo quello che loro non osavano nemmeno sperare, tra le risate di una sera e i silenzi di un cammino non sussurriamo al vento un semplice “grazie”? 

Oppure gridiamoglielo, a pieni polmoni:
“A te uomo senza volto, grazie, non sarò io a dimenticarti!”.

Silvia De Martin Pinter

 

Articolo pubblicato il: 25 giugno 2015

Calendario eventi

aprile 2018
lmmgvsd
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      
« marzo   maggio »

Articoli recenti:

Mostra fotografica inedita sulla “Grande Guerra in Comelico”

DAL 01/07 AL 06/09 2015 

Presso la Sala Consigliare del Comune di Comelico Superiore

Mostra organizzata dal Gruppo Alpini di Comelico Superiore

pubblicato il: 26 giugno 2015

Il pastore che amava i libri

È la storia di Ial, un piccolo alpinista in erba (e fieno) nato a Dosoledo, che ha imparato ad...

pubblicato il: 05 agosto 2014

La valanga di Selvapiana

Il racconto prende spunto da una valanga di enormi proporzioni che travolse un gruppo di 46 portatori della Milizia...

pubblicato il: 05 agosto 2014

La ragazza del mulo

Sulle Creste di Confine fra il Comelico e l’Impero austro-ungarico ci sono stati oltre 4000 morti: 2000 in poche...

pubblicato il: 05 agosto 2014

Liriche

Una collezione di pensieri in rima scritti da Cesare De Martin Topranin nella sua lingua natale, il Ladino ovviamente, tradotte e raccolte in un libro di 56 pagine.

pubblicato il: 25 luglio 2014

elenco completo